22 settembre 2014

settembre

22

2014

Ministro Lorenzin su innovazione terapeutica in favore dei pazienti

<p>Beatrice Lorenzin è intervenuta nella sessione odierna del Consiglio Informale dei Ministri dell’UE, dedicata all’innovazione terapeutica in favore dei pazienti. Diseguito le conclusioni del suo discorso</p>

"Credo che il dibattito abbia raggiunto lo scopo che si prefiggeva e riassumo qui gli aspetti più rilevanti sotto il profilo strategico e politico:

1. Sviluppo dell’ “adaptive licensing” sino all’“adaptive reinboursement”, incrementando il ricorso comune e armonizzato, ma soprattutto precoce, tra i Paesi Membri, allo strumento dell’HTA;

2. Managed Entry Agreements, schemi di accesso condizionato basati su combinazioni tra valori finanziari e valori per perfomance;

3. Orientamento verso la definizione del “prezzo medio europeo” di un farmaco per dare maggiori certezze agli investitori;

4. Richiesta che la politica finanziaria europea dia supporto alle scelte in materia di R&D in ambito farmaceutico.

5. Attenzione alla esigenza di affrontare anche la necessità di indirizzare l’innovazione farmacologica anche verso le malattie neglette e legate alla povertà.

La riflessione avviata oggi deve necessariamente svilupparsi ulteriormente e in tempi brevi, altrimenti non saremo pronti ad affrontare adeguatamente lo scenario clinico e di mercato che si sta prospettando. In questo, un costante dialogo e, per quanto possibile, la collaborazione tra Stati Membri, Commissione, Agenzie, stakeholders tutti è essenziale e noi la promuoveremo con convinzione anche dopo il termine del nostro Semestre di Presidenza, che è certamente un periodo troppo breve per poter vedere la positiva conclusione di iniziative prospettate".

PUBBLICATO: lunedì 22 settembre 2014