15 settembre 2014

settembre

15

2014

Ministro Lorenzin: un coordinamento globale per fermare il virus Ebola

<p>Durante il suo intervento a Bruxelles - nel corso della riunione del gruppo di alto livello dell’Ue per la risposta all’epidemia di Ebola nell’Africa occidentale - il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha posto l’accento sulla necessità di affrontare l’emergenza in Africa attraverso nuovi mezzi e risorse, coordinati dall’impegno comune di tutti gli Stati membri. </p>

“Questa è una fase strategica per capire come intervenire”, ha dichiarato Beatrice Lorenzin, ministro della Salute a capo del lavori di coordinamento, in quanto rappresentante del paese con la presidenza di turno del Consiglio Ue. “Siamo solo all’inizio”. Per l’immediato occorre “bloccare l’epidemia, non farla camminare, impedire che l’Ebola arrivi nei grandi centri, nella grandi città”, ha spiegato il Ministro della salute italiano nel corso dell’incontro, tenutosi lunedì 15 settembre a Bruxelles.

Nel suo intervento, infatti, Beatrice Lorenzin ha confermato infatti la necessità di isolare e debellare il virus Ebola con la massima celerità, mediante l’impegno congiunto degli Stati europei, rafforzando in primis  l’intervento in Africa e in Europa. Il Ministro ha posto inoltre l’accento sull’assenza di rischi legati all’immigrazione, sottolineando come l’Italia sia attiva con un servizio di prevenzione e allerta tra i più apprezzati a livello globale.

In merito all’azione promossa dal nostro Paese a livello Europeo, il Ministro Beatrice Lorenzin ha poi annunciato l’appuntamento del MiCo – Meeting informale dei Ministri della Salute dell’UE, previsto per il 22 e 23 settembre prossimi a Milano. Esteso anche ai Ministri dei Paesi EFTA (European Free Trade Association) ed ai grandi Organizzatori internazionali, come Ocse e OMS, l’incontro sarà inoltre occasione di affrontare i temi rilevanti per la salute e il benessere dei cittadini europei e di illustrare ad una platea internazionale le eccellenze del panorama sanitario italiano. 

PUBBLICATO: lunedì 15 settembre 2014