04 aprile 2014

aprile

4

2014

Beatrice Lorenzin a Bruxelles per il "2014 EU Summit on Chronic Diseases"

L'intervento del Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, al convegno internazionale sulle malattie croniche tenutosi il 4 aprile a Bruxelles al Parlamento Europeo.

Cuore del dibattito l'impatto economico e sociale delle malattie croniche sui diversi sistemi sanitari nazionali e gli sforzi condivisi per migliorare la vita e la salute dei cittadini europei. Ne è emersa la necessità di rendere sostenibile il sistema e di garantire, allo stesso tempo, cure ad altissimo livello alle persone malate, gestendo al meglio le cronicità e puntando in modo sinergico su prevenzione primaria e secondaria.

A margine del convegno, il Ministro Beatrice Lorenzin ha inoltre fatto alcune considerazioni sull'attuale quadro politico e sulla prossima presidenza italiana dell'Ue.  "Ci si aspetta che l'Italia, in quanto grande paese, sia capace di dare impulso alle varie politiche, in questo caso alla salute, apportando elementi di innovazione". In occasione degli Stati Generali previsti a Roma l'8 e il 9 aprile, verrà anche fatto il "punto informale, ma strategico sul semestre italiano".

"Siamo in una fase molto delicata per l'Europa, in cui o questa capisce che bisogna tornare allo spirito delle origini e avere la capacità di fare politiche vicino ai cittadini o rischiamo che gli euroscettici la facciano da padrone", ha spiegato il Ministro, per questo "bisogna riprendere il sogno europeo anche con azioni concrete, pragmatiche e innovative di cui parleremo il 9 concordandolo con gli altri ministri". L'Europa, ha concluso Beatrice Lorenzin, "ha portato la pace, la previdenza e l'assistenza sanitaria, e credo che su questi tre elementi potremo ancora fare buoni ragionamenti".

PUBBLICATO: venerdì 4 aprile 2014